ARTICLES         INTERVIEWS         VIDEOS         PHOTOS         FEATURES



mercoledì 6 maggio 2009

The Givenchy aesthetic

Givenchy S/S 2009, ads

Givenchy S/S 2009, ads

"Givenchy: Riccardo Tisci" by Mark Pillai for 10Men

VMAN issue 13, cover by Peter Lindbergh

"Je t'aime moi non plus" by Sofia Sanchez, Mauro Mongiello in Numero Homme #17


Le creazioni di Riccardo Tisci per la collezione maschile Givenchy sono autentici capolavori. In termini di impatto estetico e visivo, per l'accostamento dei tessuti, per la creazione di una futuristica silhouette gotica, scaldata dal sangue latino. Un ibrido perfetto, possibile esclusivamente nella mente di un artista, ma concretamente esistente, grazie alla matita e alle mani di un genio, ormai consacrato nell'olimpo della moda. Un ideale estetico, quello di Tisci, che sta influenzando tutti i fashion editor internazionali, che sono rimasti abbagliati dalla sua creatività. Una vera ventata di aria fresca tra le pagine dei magazine di moda e nelle monotone passerelle maschili di questi ultimi anni. Condizione dovuta probabilmente alla stasi di designer adagiati sugli allori dopo l'abdicazione di Hedi Slimane da Dior Homme, vero e unico punto di riferimento per il menswear dell'ultimo decennio.
Solo per fare alcuni esempi:

*10men issue 16 intervista Riccardo Tisci e allega un servizio fotografico di Mark Pillai.
*VMAN dedica a Givenchy la copertina #13, firmata da Peter Lindbergh.
*Numéro homme #17 apre le porte alla casa francese nel servizio "Je t'aime moi non plus" e nel servizio "Nightclubbing".

Se queste sono le premesse... Nob attende, con il fiato sospeso, che la linea maschile Givenchy, arrivi, presto, in Italia.
.
di Leonardo Iuffrida

2 commenti: